Copywriting: L’arte del saper scrivere sul web – La Guida di Mirko Galassi

In questo post ho il piacere di ospitare una tra le persone con cui ho collaborato e che ci spiega il copywriting, ovvero l’arte del saper scrivere sul web.

Mirko Galassi si occupa principalmente di Motori di ricerca e sviluppo web.
Ha scritto diverse guide tra cui una che mi è piaciuta particolarmente è quella che spiega come posizionarsi su Google

che puoi trovare qui –> http://seo-padova.com/guida-seo/come-posizionarsi-su-google/

Insomma, se non l’hai ancora capito, Mirko è una di quelle persone che se ancora non la segui, oggi è il momento giusto per iniziare a farlo. Ricordo quando mi disse di voler fare un guest post sul mio blog, sapevo già il grande valore che avrebbe dato alle persone che seguono ogni giorno il mio blog, ma fidati che ciò che stai per leggere supera ogni mia aspettativa.

Sappi che ciò che tra poco andrai per leggere, altri marketers ti chiederebbero almeno 297€, lui ha deciso di condividere questo immenso valore con te completamente gratis.

Fatta questa premessa, adesso è arrivato il momento di lasciare la parola a Mirko Galassi.

Sapere come scrivere sul web non è importante? Sbagliato!

Scrivere, fare copywriting alcuni non lo considerano un vero lavoro. Piuttosto un hobby, una passione ma non qualcosa da poter trasformare in una fonte di reddito per dirla analizzando la cosa dal punto di vista economico.

Il copywriting è una tecnica di scrittura che se utilizzata per bene porta le persone a convertire in modo del tutto naturale. E per convertire si intende che le persone arrivano su una tua pagina (optin) e lascia quasi immediatamente la mail.

Stai vendendo un tuo prodotto, servizio, coaching le persone acquistano anche a freddo perché hanno bisogno di ciò che tu gli stai vendendo.

COPYWRITING: L’ARTE DEL SAPER SCRIVERE SUL WEB

Niente di più sbagliato! Il copywriter gioca con le parole e con queste suscita emozioni e sensazioni che colpiscono dritte al cuore di chi le legge. Il copywriter farà in modo che le proprie parole passino da essere frasi emozionali a pensieri forti e realizzabili.

Ti faccio due esempi per farti capire meglio…

1- La pubblicità su Facebook ti fa acquisire nuovi clienti

2- Vuoi trovare clienti su Facebook cosi da aumentare il tuo fatturato?

Secondo te quale converte di più?

Ti aiuto io… A convertire di più sarà il secondo esempio e ti spiego anche il perché…

L’esempio 1 ha un copy un po’ buttata cosi per attirare qualche persona che ha curiosità di sapere come trovare dei clienti su Facebook.

L’esempio 2 invece suscita emozioni per il semplice fatto che ci sono due informazioni correlate, ovvero clienti e fatturato. 

Stai iniziando a capire il potenziale del copywriting?

In altre parole un bravo scrittore per il web “comanderà” alla mano di chi lo legge di prendere mano al portafogli e procedere all’acquisto.

Ci hai mai pensato a come e quanto le parole possono fare la differenza in una landing page, su un e-commerce o sul tuo sito? Beh è arrivato il momento di farlo.

Ci sono parole particolarmente utili per finalizzare una vendita, espressioni capaci di evocare immagini impossibili da scordare.

Un bravo copywriter saprebbe imbellettare di tutto! Conosce 10 modi, tutti diversi, tutti creativi, per parlarti di una macchina del caffè o di uno shampoo antiforfora, senza essere ripetitivo e vestendo, di volta in volta, i panni dei diversi target a cui potrebbe rivolgersi.

Prendiamo come esempio proprio lo shampoo antiforfora e ti faccio due comparazioni anche in questo caso.

1- Con questo shampoo rimuovi la tua forfora

2- Lo shampoo utilizzato dai nuotatori che ti permette di rimuovere la forfora in due soli giorni e non usare altre creme

Secondo te quale converte di più come messaggio?

La seconda giusto? Esatto… stai iniziando già a capire!

Creatività e padronanza della lingua sono delle buone doti, ma un copywriter di professione ha anche il compito di intercettare il pubblico esatto, di colpire come un cecchino. Ecco perché ancora prima di scrivere – figuriamoci di vendere – è necessario conoscere il target a cui si parla.

Chi è il tuo cliente ideale?

  • Maschio o femmina?
  • Età?
  • Istruzione?
  • Interessi?
  • Hobby?
  • Aspirazioni?
  • Problemi?
  • Capacità di spesa?
  • Cosa cerca online?

COPYWRITING: L’ARTE DEL SAPER SCRIVERE SUL WEB

Questi interrogativi servono per dare un nome e un volto ipotetico alla persona a cui raccontare tutto sul prodotto e capire come poterle parlare entrandovi in relazione, condividendo il suo punto di vista.

Il copywriter che scrive per il web deve diventare “uno di loro”, uno del target. Circoscrivere il target permetterà di concentrare tutte le risorse su un gruppo mirato più facile da convertire in cliente.

Stabilito il pubblico su cui concentrare le doti creative, è giunto il momento di mettere il prodotto o il servizio da vendere su di un “piedistallo” costruito da parole, modi di dire, figure retoriche.

Per questo è importante seguire il principio della Unique Selling Proposition (USP), che suggerisce di dare un solo taglio al copy che dovrà mettere in luce e dare sempre più valore al prodotto o al servizio.

Creando una USP non stai solamente cercando di aumentare il volume delle tue vendite, stai mettendo nero su bianco il motivo per il quale il lettore dovrebbe passare del tempo a leggere ciò che hai da dire o passare in rassegna i prodotti del tuo e-commerce.

Un copywriter per essere sicuro di aver fatto goal con la sua Unique Selling Proposition deve essere certo che l’utente che si chiede “perché dovrei scegliere questo prodotto?”, leggendo il copy risponda evidenziando il valore differenziante che il copywriter ha deciso di rendere protagonista del proprio contenuto.

Ti spiego meglio… 

Se tu sei un’imprenditore e girovaghi su Facebook ed improvvisamente ti compare una pubblicità in cui c’è scritto

“Le tue fatture in 1 click anche se non sei un nerd”

Stai sicuro che se stavi cercando un gestionale per le fatture tu cliccherai su quella pubblicità ed acquisterai il prodotto. Il copywriting è proprio questo, dare il messaggio giusto alle persone giuste nel momento in cui esse hanno bisogno di un qualcosa.

Copywriting persuasivo

Il copywriting basato sulla logica raramente trova il successo; meglio che le parole suscitino emozioni toccando la parte impulsiva del target, che altro non è se non quella decisiva ai fini dell’acquisto.

Un bravo copywriter sa di dover colmare i bisogni cerebrali ed emotivi del cliente. Perché affermare questo?

Semplicemente perché prestando attenzione a qualcosa, essendo cosciente di quello che faccio, sono io a stabilire quello che ho, io a dover decidere.

Al contrario, lasciandosi trasportare dalle emozioni si è più vulnerabili alla persuasione.

Ecco spiegato il motivo per cui ogni copywriter desidera che chi legge, il potenziale cliente, sia completamente concentrato sul messaggio.

Per fare questo, ovvero per tenere legato indissolubilmente alla propria scrittura un utente interessato che potrebbe diventare un cliente, il copywriter, ma ancor prima l’azienda con cui collabora, deve avere chiara – tra le altre – la cosa più importante, il proprio obiettivo.

Alla base di qualsiasi attività di marketing, si trova la risposta a queste domande «Qual è il tuo obiettivo?».

La risposta potrebbe essere: «vendere», «aumentare la mia visibilità online», «rinnovare il mio sito web», «essere posizionato sulla prima pagina di Google», «ricevere più richieste di contatto».

Sono tutti obiettivi giusti, tuttavia va individuato quello su cui concentrare le risorse economiche dedicate al marketing.

Il mistero nel copywriting persuasivo

Lasciando strategie di marketing e obiettivi di business su cui riflettere, torniamo a parlare di scrittura per il web. Hai mai pensato che per scrivere sul web ci voglia un tocco di mistero, quasi di confusione o di contraddizione?

Per i copywriter meno esperti questa potrebbe essere un’arma a doppio taglio, la chiarezza paga sempre. Tuttavia, come ben sanno i più esperti a dribblare parole e significati, incuriosire il lettore inserendo nel testo qui e lì qualche voluta imprecisione o scrivere una parola ambigua, permetterà di attirare l’attenzione e farà in modo che l’utente continui la lettura.

Ti voglio fare ancora qualche esempio per farti capire sempre di più la potenza del copywriting.

1- Crea il tuo blog 

2- Crea il tuo Blog in 5 minuti 

Ora se arrivato a questo punto saprai rispondere da solo… 

Esatto convertirà di più il secondo esempio perché susciti la felicità di aver creato un blog in 5 minuti

Anche questa può rivelarsi una buona strategia di copywriting, finalizzata a portare il potenziale cliente alla fine del pezzo, proprio lì dove si troverà, magari, il banner con l’imperdibile offerta da promuovere.

Occhio però, meglio agire con cautela per non dover buttare tutto il lavoro e dover ricominciare.

Come tenere viva l’attenzione del lettore con il copywriting

Può darsi che la strategia di fare leva sul mistero e su una voluta incongruenza non faccia al caso tuo e che tu non te la senta di vanificare il tempo investito nella scrittura del tuo copy correndo il rischio di perdere buona parte della fiducia di chi sta leggendo il tuo contenuto.

Ecco perché esistono altri metodi, meno audaci e comunque efficaci, per rendere la scrittura attrattiva per gli utenti. Un testo scritto per il web può diventare ancor più convincente grazie a:

  • Domande retoriche;
  • Perché;
  • Pronomi;
  • Ripetizioni;
  • Linguaggio emotivo.

Domande retoriche

Anni passati sui banchi di scuola a studiare la letteratura e tutte le sue sfumature ci hanno insegnato che da sempre le domande retoriche danno quella marcia in più al testo, risvegliano l’attenzione del lettore; hanno quasi lo stesso effetto di una doccia fredda in un caldo pomeriggio estivo.

Scegli domande dalla risposta scontata così da assicurarti che il lettore si avvicini sempre di più a essere d’accordo con ciò che proponi, convincilo che il tuo prodotto sia eccellente in assoluto, di meglio non ce n’è.

Le domande retoriche sono quelle domande a cui nessuno può rispondere in modo diverso da quello che tu, copywriter, ti aspetti, «Vorresti realizzare tutti i tuoi sogni?».

Perché

Questa probabilmente rientra tra le parole più potenti e forti di tutti i vocabolari; ha una forza incredibile in tutte le lingue del mondo… come mai?

Perché tutti noi fondiamo la nostra determinazione e motivazione su ciò che impariamo trovando risposta ai “perché”.

Inoltre raccontare il “perché” di un prodotto, di un servizio, di una situazione, equivale a far comprendere a chi legge il contenuto di comprenderne il valore aggiunto.

Se vuoi che qualcuno la pensi come te, o faccia qualcosa che trasmetti con la tua attività di copywriting, fai in modo che si sia un motivo per farlo, che ne valga la pena.

Pronomi.

Caro copywriter, questa regola persuasiva la devi davvero tenere a mente. Non parlare mai in maniera impersonale, rivolgiti direttamente all’utente. Per farlo usa pronomi come “tu”, “voi”, “noi”, così crederà che stai parlando proprio con lui. In questo modo il coinvolgimento verrà garantito.

Questa è una tra le strategie del copywriting che mi ha colpito di più e ti spiego il perché…

Dando del “lei” ad una persone che ti sta leggendo, essa si mette in una condizione di lontananza di non conoscenza. Prova allo stesso modo a dare del “tu” vedrai che le persone si sentiranno come in una confidenza quasi totale con te e con delle chiare call to action o chiamate all’azione in Italiano faranno ciò che tu gli chiedi.

Ti voglio far notare anche alcune situazioni:

1- tu non sai cosa sono le call to action

2- adesso stai rileggendo dove c’è scritto proprio call to action

3- sei andato a leggere la definizione in Italiano

4- Mi credi un mago e ti chiedi come ho fatto a sapere ciò che hai appena fatto 🙂

Ecco, in questo momento, hai imparato almeno due tecniche importanti del copywriting, ovvero prendere l’attenzione del lettore e il renderlo più attento da questo momento in avanti.

Ripetizioni

Ripeti più volte frasi  e termini che vuoi che l’utente tenga a mente. In particolare, usando sinonimi o parole affini per significato e suono ribadisci al potenziale cliente qual è l’obiettivo per cui sta leggendo proprio il tuo testo e per quale ragione dovrebbe continuare a farlo.

Immagina di essere il suo motivational coach e di dare al lettore continuamente nuovi input per portarlo alla fine della lettura e, all’acquisto.

Forse te ne sei accorto o forse no, ma io lo sto facendo proprio con te in questo momento, cioè ti sto imponendo curiosità a fine di portarti a fine lettura.

Attenzione il copy, non abusare della ripetizione, o non sarà fluido da leggere e il copy stancherà l’utente che abbandonerà la pagina.

Linguaggio emotivo

Usa un linguaggio che faccia sentire le persone serene, arrabbiate, motivate in base al messaggio che vuoi trasmettere all’utente. Un copywriter sa che ciò che guida i pensieri e le azioni del potenziale cliente sono proprio le emozioni e i termini che si scelgono per trasmetterle.

Ti voglio fare un esempio sulla frustrazione… immagina un pubblicità di questo tipo

Frustrato di non trovare nuovi clienti con le pubblicità Facebook, ecco 5 metodi che in meno di 1 settimana ti permettono di trovare clienti anche se non vuoi investire molto Budget.

Avrei potuto utilizzare l’aggettivo deluso ma non avrei colpito in pieno la tua attenzione

Cosa voglio farti capire?

Che tu stai scrivendo e dando una soluzione a quella persone che ancora non riesce a trovare clienti su Facebook e che è frustrato perché entra in una condizione di nervoso e delusione per non riuscire ad ottenere ciò che sperava. Trovare Clienti!

E come si agisce?

Dando una soluzione o meglio in questo caso, 5 metodi, per trovare clienti senza dover investire grosse somme.

Lo sai cosa c’è di strano? 

Che io nel testo avevo scritto budget e non somme!

E sai cosa sta accadendo in questo momento?

1- stai rileggendo il testo

2- probabilmente ti stai facendo anche una risata

3- ti stai rendendo conto di quanto sia essenziale la conoscenza del copywriting

Domande e obiezioni che chi scrive sul web deve prevedere e anticipare

Immagina che ti venga affidata la scrittura di un contenuto per il web finalizzato alla vendita di un prodotto. Ci sono delle domande che ti dovrai porre ancor prima di appoggiare le dita sulla tastiera!

  1. Perché dovrei acquistare da te?
  2. Che esperienza hai?
  3. Perché devo crederti?
  4. Perché devo pagare questa cifra?
  5. Che garanzie ho che funzioni?
  6. Perché devo acquistare ora?

Vuoi capire come ti potrei portare in meno di 10 secondi ad acquistare da me?

Perché dovrei acquistare da te?

Sono specializzato nella creazione di blog che vengono posizionati in pochi giorni nelle prime posizioni di Google, essendo al tempo stesso un’esperto di SERP

Che esperienza hai?

Ho creato blog per alcune delle aziende più rinomate in Italia e ho fatto restyling a blog di successo come tizio, caio e compagnia bella (sono esempi)

Perché devo crederti?

Guarda il portfolio dei miei clienti e leggi le testimonianze di chi mi ha scritto.

Perché devo pagare questa cifra?

Smetti assolutamente di pensare che tu stia pagando, tu stai investendo sul tuo futuro e investendo in questo corso il tuo blog sarà visitato dalle persone che cercano ciò che tu hai da offrirgli

Che garanzie ho che funzioni?

Sono talmente sicuro che questo corso funzioni anche per te e il tuo Business che ti do garanzia 30 Giorni soddisfatto o rimborsato ti basterà inviare una mail e senza chiederti nulla riceverai il tuo rimborso.

Perché devo acquistare ora?

Tu non stai acquistando ora, stai investendo sul tuo futuro e con la mia garanzia di 30 giorni potrai riavere i tuoi soldi senza darmi spiegazioni. Adesso investi e se il corso che ti sto proponendo non sarà di tuo interesse basta mandare una mail e ti rimborso l’intera somma.

Con questi semplici esempi ti avrei potuto vendere tutto ciò che ti serve e sai il bello?

Tu avresti acquistato 😉

Queste domande, in molti casi, specialmente quando è necessario scrivere e raccontare di un prodotto o di un servizio, servono da canovaccio, sono delle linee guida da seguire per scrivere il tuo copy.

Anche le obiezioni che potrebbe rivolgerti un potenziale cliente e che potrebbero essere decisive per far spendere o meno a quest’ultimo dei soldi, servono al copywriter che scrive per il web da guida.

L’esperto di scrittura per il web dovrà fare il modo che queste affermazioni non si insinuino nella mente del prospect per nessun motivo. Queste convinzioni, sono:

  • Non ne ho bisogno
  • Non ti credo
  • Non posso spendere questa cifra
  • Non ho sufficiente tempo
  • Non fa al caso mio

Ecco perché scrivendo per il web il copywriter dovrà prendere per mano il lettore e farlo giungere alla consapevolezza emotiva di avere assoluto bisogno di ciò che gli si propone.

L’uso delle leve psicologiche è una costante nel copywriting persuasivo e nelle pagine di vendita, come le landing page. Se non si sfruttano le emozioni per vendere dei potenziali clienti interessati non diventeranno mai clienti.

Lo storytelling per scrivere sul web

Immedesimazione ed empatia sono caratteristiche che un’altra tipologia di racconto e di scrittura fa proprio: lo storytelling.

In fatto di vendita non è efficace quanto parole persuasive e leve emozionali, ma un copywriter chiamato a destreggiarsi con la scrittura per il web e con tutti i canali che questo mette a disposizione non sempre può contare su messaggi diretti, seducenti e attrattivi.

Capita di doversi affidare alle storie per creare coinvolgimento nell’utente, per portarlo nel proprio mondo ideale… e se ancora non è consapevole di quale esso sia, farglielo scoprire.

Infatti, fare storytelling significa in primo luogo creare “rappresentazioni”: testuali, visive, sonore, percettive, che un brand, un prodotto/servizio, una persona possono creare per emozionare e relazionarsi meglio con il pubblico.

Metti in considerazione che io e tu non ci conosciamo ma per caso sei sul mio blog e ti compare un’immagine dove c’è scritto <<da morto di fame a guadagnare 5 mila euro con il blog>>

Sai cosa accade? Tu cliccherai quell’immagine 🙂 

Questo accade perché per natura siamo curiosi e vogliamo saper come gli altri ottengono successo e perché no magari replicare

E se io ti mandassi in una pagina dove c’è scritto…

Inserisci la tua mail e ti manderò come sono riuscito a far si che il mio blog ha cambiato la mia vita generando diverse migliaia di euro e come da hobby adesso è un lavoro a tempo pieno.

Sai tu cosa farai?

Esatto, mi lascerai la tua email 🙂

Ancora, un copy creato prendendo come esempio le tecniche dello storytelling è in grado di generare simulazioni del reale che diventano il reale.

In altre parole la narrazione trasmessa dallo storytelling spiega “come mai”, illustra il “come”, invoglia il pubblico a cercare il “cosa” e suscita emozioni.

Raccontare un brand, un prodotto, con un testo per il web strutturato con lo storytelling potrà generare senso di identità, immedesimazione con l’immagine del prodotto che si promuove e generare desiderio.

Qui l’esempio più palese è ovviamente Apple

Cosa centra Apple con il copywriting e lo storytelling? Assolutamente tutto!

Hanno raccontato come da un semplice garage sono riusciti a fondare ciò che è adesso la Apple e questo ha coinvolto milioni di persone.

Esce un nuovo iPhone? Lo slogan è:

Abbiamo creato il migliore iPhone di sempre

Non ti dicono che hanno creato ciò che il miglior iPhone di questo momento e che il prossimo anno ne uscirà uno nuovo.

E questo porta le persone come te e come me ad acquistare ogni anno un nuovo iPhone perché vogliamo sempre il meglio.

Insinuato nel lettore il desiderio, deve trovare spazio la spinta all’acquisto, la voglia di saperne di più. In altre parole il copywriter con il proprio racconto deve  spingere all’azione l’utente.

Per assicurarsi che il potenziale cliente sia davvero in sintonia con il racconto e che lo storytelling abbia coinvolto il lettore, in copywriter deve essere sicuro di aver parlato esattamente alla nicchia, di aver raggiunto esattamente il target che si può rispecchiare con la storia che sta raccontando, che può vivere la storia e agire come la storia gli chiede di fare.

Sicuramente lo storytelling è uno strumento di scrittura e di intercettazione del cliente più “leggero” del copywriting persuasivo; titoli meno diretti, frasi più ricercate e ricche di figure retoriche. Un testo più vicino a un breve racconto che alla descrizione persuasiva di un prodotto, una narrazione che rapisca la mente del lettore verso scenari ideali, ancor prima che spingerlo all’acquisto, storytelling è anche questo.

Copywriting persuasivo e storytelling condividono però una tra le cose più importanti, la call to action! «Clicca qui», «Scopri di più», «Iscriviti è gratis» e ancora «guarda l’offerta che ti abbiamo riservato».

Cosa hanno in comune tutte queste frasi?  Dei verbi imperativi e poi… quella che in gergo tecnico chi si occupa di marketing chiama “Call To Action”.

Un articolo, un post, una mail non può esserne sprovvisto perché altrimenti dopo aver spulciato il testo qua e là per capire se il copy è di proprio interesse, difficilmente compirà il passo successivo, ovvero acquistare o andare dove vuoi esattamente che lui si diriga.

Scrivere è cruciale per vendere, generare interazione, attrarre nuovi contatti, ora è chiaro. Anche la scrittura  per il web ha le proprie regole e le proprie strategie. Persuadere o affascinare? La scelta spetta a te!

Siamo alla fine di questo contenuto di estremo valore e che ti ricordo altri marketers la fuori ti avrebbero fatto pagare non meno di 297€, proprio per questo per ripagare il mio contenuto voglio che mi lasci un commento per sapere cosa ne pensi e quali sono le tue domande o perplessità.

Spero ti sia stato utile e do la parola a Marco… Ci vedremo ancora!

Grazie Mirko per aver offerto cosi tanto valore alle persone che leggono il mio blog ogni giorno sono sicuro che avrai chiarito a chi in questo momento sta leggendo questo post.

Chi è Mirko Galassi e dove puoi trovarlo, mi raccomando da oggi seguilo…

Web Specialist e Business Developer Laureato nel 2003 al primo corso di Laurea sull’Information Technology in Italia, seguo, vivo e lavoro con passione nei campi del web marketing, web design e web development. Metto le mie conoscenze e le mie capacità al servizio di aziende italiane e straniere cercando di sviluppare non solo l’apparato tecnologico ma anche la rete commerciale e di marketing per aiutarle a vendere di più e con più semplicità. Nel corso della mia carriera lavorativa ho lavorato in importanti realtà come Microsoft Irlanda, Tim, Alfio Bardolla Training Company in qualità di designer o sviluppatore web e marketer. Sono anche il fondatore di Ecletticamente, un network di autori e coach in ambito crescita personale, seduzione, miglioramento, relazioni.. che ha come obiettivo la promozione dei suoi autori e la fornitura di contenuti di qualità per i suoi utenti.

Il suo sito web: http://seo-padova.com/guida-seo/come-posizionarsi-su-google/

Ti piace questo post??? Condividilo con i tuoi amici

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Linkdin
Share on Pinterest
WhatsApp
Telegram

E appena vuoi DAVVERO ottenere risultati nel tuo business… ecco i 4 migliori modi in cui posso aiutarti!!!

Ti posso interessare anche!

Come ho generato 277 Lead in meno di 5 minuti, INCREDIBILE

Vogli farti io una domanda, è davvero possibile generare 277 lead in meno di 5 minuti e farti impallare la casella email?

Stavo meditando e ad un tratto sento il suono della casella mail privata dove ricevo da ActiveCampaign le email di quando nuovi lead entrano i lista. 

Dopo circa 30 secondi di nuovo, e a raffica per circa 5 minuti! Mentre continuavo mi stavo chiedendo ma cosa sta accadendo…

…cosi finisco la mia sessione e vado a vedere cosa stava accadendo.

Il primo pensiero è stato ActiveCampaign ha qualche problema, e invece nessun problema perché in realtà è accaduto che ho battuto un nuovo record personale. 

Si ma cosa è successo?

277 lead in meno di 5 minuti!

…dai Marco non è possibile…

277 lead in meno di 5 minuti

Stavo per dimenticare che tutto questo è accaduto dalle 01:18 alle 01:23. Si di notte, io sto scrivendo questo post ovviamente il giorno dopo per ovvi motivi.

Ciò che più di tutti mi ha stranito è stato il fatto che sia accaduto proprio durante la notte, ma evidentemente le persone in questo periodo vanno a letto più tardi.

Queste sono tutte persone che hanno deciso di ricevere il mio nuovo report chiamato Uplelvel Profits Blueprint dove spiego il mio framework 4step Cap Hoso, nome che visto cosi ha poco senso ma se lo vai a guardare nello specifico ha senso e come…

Se sei scettico/a qui sotto ti ho carico un video dove ti dimostro che effettivamente sono 277 lead generati in meno di 5 minuti, potresti prenderti 1 minuti e contarli tu stesso oppure credermi a priori.

277 lead in meno di 5 minuti, prova video!

Anche mentre sto scrivendo questo – breve – post sul mio blog continuo a sentire il suono della casella email che mi avvisa che nuovi lead stanno entrando in lista e sono sincero non frequenti come questa notte ma sono sempre nuovi lead che nei giorni a seguire andrò a convertire in clienti paganti. 

…piccola precisazione, un cliente è colui che paga almeno due volte se compra una sola volta NON è un cliente.

Come sono riuscito a generare 277 lead in meno di 5 minuti

Andiamo al succo del discorso e ti descrivo come ho ottenuto questi risultati. Come detto in precedenza questa strategia serve per far scaricare il mio nuovo report Uplevel profits blueprint e quindi ho creato un lead funnel. Semplice funnel a 2 step dove chi decide di ricevere il report deve lasciare la mail che riceve dopo 12 minuti nella casella email.

…e fino a qui potresti chiederti e cosa c’è di strano? Non correre a dare giudizi, tra poco apprendi a pieno questa strategia.

Infatti ho reso il lead funnel VIRALE, ovvero una strategia che purtroppo in Italia o meglio nel mercato in lingua italiana viene “snobbata”. Ti spiego meglio come funziona.

Ora immagina che tu vuoi scaricare il mio nuovo report – se ancora non lo hai fatto – quindi inserisci la tua email e dopo 12 minuti ricevi il report, dopo di che leggi il report e ti è piaciuto SICURO.

Ad 1 ora esatta dal momento in cui hai letto il report ti arriva una mail con oggetto: “Bello il report, vero?” Nel momento in cui apri la mail ti spiego come regalando il report ai tuoi amici e followers tu puoi ricevere ben 5 bonus esclusivi. 

Tu vuoi questi bonus e regali il report!

Ti ricorda qualcosa questa strategia?

Pensaci..

Esatto, è il vecchio e tanto amato passaparola! Il passaparola è la strategia più forte in assoluto. GARANTITO!

Le persone sono stanche di vedere ogni singolo giorno pubblicità, hanno capito il gioco e danno meno attenzione ai messaggi pubblicitari. E ancora peggio sono stanche di essere “retarghettizate” con pubblicità di servizi e prodotti a cui non sono interessate, ecco uno dei motivi sul perché la tua ADs non converte.

Ma, c’è un ma enorme… Le persone sono curiose!

Sono curiose di sapere cosa i propri amici stanno condividendo sulle piattaforme, ecco il segreto dei social, e sono più intenzionati a scoprire i contenuti. 

…chiariamo le pubblicità sui social funzionano bene solo se il messaggio è rivolto alle persone giuste nel momento giusto e nella piattaforma giusta.

Questo post si conclude cosi, lasciandoti la curiosità… ma sappi che ho battuto un mio record personale che era 19963 lead in meno di 24 ore https://www.marcodasta.com/come-ho-generato-19963-lead-in-meno-di-24-ore/

Se vuoi capire come funziona puoi scaricare il report da qui

>> https://www.marcodasta.com/uplevel-profits-report/

Il REALE motivo sul perché la tua attività locale sta per fallire

Sapete perché il 90% delle attività locali fallisce?
e non è per la crisi!

Ultimamente mi stanno scrivendo in privato o tramite email sempre più attività locali come

pizzerie,
ristoranti
centri estetici
nutrizionisti
liberi professionisti vari


e hanno tutte e ripeto tutte lo stresso problema!!! 😱
È davvero assurdo che ancora nel 2023

• non hanno un CRM
• un processo di acquisizioni clienti
• un sistema per recuperare i clienti persi
• delle pubblicità per essere davanti le persone giuste
Queste sono solo alcune delle “cose” che mancano, ci vorrebbe un libro per dirle tutte.
La strategia unica è il PASSAPAROLA (vecchio stile) o nel peggiore dei casi ancora il bigliettino da visita.

Ecco perché la tua attività sta per fallire!

Capisci?

Quelli per cui impazzisco però sono quelle persone che vengono dai GURU del marketing online. Anche loro hanno tante nozioni di strategia devo fare quello poi questo ma ZERO IMPLEMENTAZIONE.

ZERO! ZERO! ZERO!

Si è capito ZERO?

Appena iniziano a lavorare con me e in meno di 36/48 ore lavorative hanno

• un sistema collaudato in grado di poter generare contatti in maniera prevedibile,
• un sistema che recupera i vecchi clienti
• un CRM che crea la giusta relazione con i clienti
• e tanto altro…

La frase che più mi viene detta è
“Ma dove CAXXO sei stato fino ad ora?”
oppure…
“Se ti avessi scoperto prima avrei evitato di BRUCIARE xyz€”

“In poche ore sono abbiamo fatto più cose di quante ne ho fatte negli ultimi 4 anni in cui ho seguito tizio-caio e quello la che mi ha rubato i soldi”

Se non vuoi fallire devi FARE, dobbiamo FARE!

La Nuova Community di Digital Marketing è finalmente online… e tu devi esserci!

Ieri ho scritto qui sul blog del nuovo metodo per crearsi una community su cui hai il pieno controllo di ogni aspetto che ti interessa. 

Se ancora non lo hai letto ti metto il link qui —> Leggi il post!

E oggi sono pronto a presentartela, oggi sono pronto a presentarti la nuova community dei Marketers Digitali.

circle community marco dasta

Sono davvero felice di poterti avvisare di questo nuovo update nella nostra “sfera”. Sarà qualcosa di realmente epico.

Ho deciso di spostare la community dal social blu a qualcosa di personalizzato, perché molti dei 4400 membri della community mi avvisavano del fatto che si distraevano facilmente a causa delle notifiche tra chat, commenti degli amici, e varie live.

Quindi ho preso la palla al balzo e ho detto loro vogliono meno distrazioni, io posso dargli ciò che vogliono. E quindi? 

E’ nata la nostra nuova community!!!

Nostra, non mia. 

Se hai dei contenuti di valore da voler condividere con la community ti basta cliccare “new topic” e pubblicare il contenuto. 

Si infatti se guardi bene la picshot puoi notare anche che ho deciso di dividere anche gli argomenti, cosi non ricevi tutte le notifiche ma potrai decidere quali sono gli argomenti che ti interessano di più e riceverne le notifiche.

Fantastico vero?

Penso proprio di si.

Si, Marco ma come posso entrare nella nuova community?

Hai ragione non ho ancora parlato di come è possibile entrare. Sorry!

Per chi faceva parte della community del social blu è appena partita una mail con il link diretto per poter accedere.

Se ancora non facevi parte della nostra community, hai sempre tempo per rimediare al tuo errore, puoi accedere cliccando il pulsante in basso.

—>>> Entra ora nella nuova Community!

Bonus ulteriore per te!!!

Insieme al team di Circle.so abbiamo pensato di darti la possibilità di provare questo incredibile tool per ben 14 giorni completamente gratis.

Clicca qui e crea anche tu la tua community!

PS: trovi anche un 20% di sconto, proprio per non farti mancare nulla!

5 consigli per ottenere più visualizzazioni su YouTube

5 consigli per ottenere più visualizzazioni su YouTube

YouTube ti da senza dubbio un potenziale che, se sfruttato per ben, senza precedenti se si parla visualizzazioni. Inoltre è una piattaforma che crea consapevolezza su ciò che un brand o una persona sta andando ad offrire.

La sfida più grande però è che ci sono migliaia di video esistenti su YouTube e gli utenti continuano a caricare video di minuto in minuto. Ognuno spera di ottenere visualizzazioni, ma senza una buona strategia non vai da nessuna parte e va a finire che i tuoi video siano visti solo da poche persone.

Ma allora cosa si deve fare per ottenere più visualizzazioni e traffico verso il tuo sito web?

Di seguito ti elenco i 5 metodi per ottenere più visualizzazioni su YouTube

Chi deve vedere il tuo video

Il “segreto” che ti permette di ottenere più visualizzazioni su YouTube, è quello di capire prima, quali sono le persone che vorresti vedano i tuoi video.

Quindi concentra i tuoi sforzi nel capire il giusto target a cui devono essere mostrati i tuoi video, questo è uno step essenziale se davvero vorrai ottenere visualizzazioni. Un “trucco” che devi usare è studiare la tua nicchia e vedere quali sono i video che hanno maggiori visualizzazioni, commenti, like.

La qualità è il punto forte

Sul web potrai trovare una marea di video, e in particolar modo su YouTube hai possibilità di trovare tutto ciò che cerchi. E se tra questi video fosse presente anche il tuo video? Fantastico, avresti un pubblico sempre più grande.

Le persone guardano i video perché sperano di ottenere valore, che potrebbe essere un video divertente, un video tutorial ecc… Proprio per questo i tuoi video, se vuoi che ottengano visualizzazioni, deve rispettare questi semplici parametri.

I tuoi video devono essere preziosi, di ottima qualità audio e video, non devono per nessun motivo essere a sfondo razzista,sessuale,religioso. Purtroppo, vedo sempre più persone che non rispettano queste caratteristiche e continuano a lamentarsi del perché non riescano ad ottenere visualizzazioni….. Fatti due domande!

Per un video ottenere views, deve essere virale e ciò vuol dire che molte persone abbiano cliccato il tasto condividi. Ricorda che i tuoi video potranno essere condivisi anche sui social, e perché no puoi anche taggare i tuoi amici.

Inoltre ricorda che, nessuno vuole condividere video di scarsa qualità.

Scrivi descrizioni dettagliate e coinvolgenti

Quando vai a caricare un video su YouTube, nè Google nè YouTube guardano i tuoi video, immagina se dovessero guardare tutti i video :-)… Invece, fanno molto affidamento al testo della descrizione del video per capire o addirittura classificare il video.

Se vuoi che il tuo video sia anche mostrato nelle prime posizioni su Google devi fornire una descrizioni dettagliata. Dopo tutto, se hai il tempo per far una video e caricarlo ti consiglio di spendere qualche minuto in più per scrivere una descrizione che coinvolga le persone che stanno guardando il tuo video.

E quindi se YouTube, ti posiziona per bene otterrai maggiori visualizzazioni e maggiori iscritti al tuo canale.

Ottimizza le keywords dei tuoi video

Anche se tu stai investendo in pubblicità per aver maggiori views su YouTube, è più gratificante se il posizionamento si estende anche sui motori di ricerca. Molte visualizzazioni potrebbero arrivare proprio Google, grazie al fatto che scegliendo le giuste parole chiave verrai posizionato in prima pagina e il tuo video potrà essere mostrato ad un maggior numero di persone.

Quindi se realmente vuoi ottenere risultati concentrati e scegli le giuste parole chiave che andrai ad inserire nel tuo video. Un modo molto semplice per trovare le parole chiave è quello di fare una ricerca su Google per una determinata parola chiave e vedere quali video sono presenti in prima posizione.

E se non è presente nessun video? Mettiti subito a lavoro e vedrai che in pochissimo tempo sarà proprio il tuo video a risultare in prima posizione. E se è presente già qualche video? Ottimizza le tue parole chiave e ti troverai almeno tra le prime 3 posizioni.

Condividi sui social

I social sono strumenti tanto utili quanto essenziali per diffondere il proprio brand. Piattaforme come Twitter, Facebook, Linkedin, Instagram, Pinterest, WhatsApp, Telegram, Snapchat devono essere assolutamente utilizzate.

Condividere i tuoi video su questi social network ti da una marcia in più per farti conoscere. Una strategia che devi usare è quella di chiedere alla fine di ogni video, di condividere il video, commentare, mettere like. Ma in particolar modo quello di condividere e magari taggare anche qualche amico è lo step principale sui social.

Richiedi la tua 4STEP Call GRATUITA DI 45 minuti!!!

Ci vogliono meno di due minuti per schedulare la tua consulenza strategica GRATIS con me.

Voglio lavorare solo con gente volenterosa di agire sin da subito e vedere il tuo Business crescere sin dalla prima settimana da quando abbiamo fatto la nostra consulenza strategica.

Ti basta selezionare il primo giorno disponibile e scegliere un orario in cui si svolge la nostra chiamata gratuita.

…semplice, veloce, efficace!

ti aiuto da subito a capire come iniziare ad avere risultati con il tuo business

Lasciati aiutare e ricevi la soluzione migliore per te!

…lo completi in meno di 1 minuto..

Ore
Minuti
Secondi

Vorresti essere richiamato entro 28 secondi???

Cosi possiamo parlare direttamente al telefono e capire come posso aiutarti a far crescere il tuo Business…

La chiamata è 100% gratuita… offriamo noi! 😀

Bisogno di aiuto? Scrivimi!

WhatsApp

Messenger

Non andare via a mani vuote!!!

entra nella nostra incredibile community di Imprenditori Digitali assolutamente GRATIS!

…sei ad un solo passo dal poterti unire tra i migliori imprenditori in Italia di marketing digitale, dove ogni singolo potrai confrontarti con PERSONE che sono disposte ad aiutarti per farti raggiungere il tuo obiettivo e far crescere il tuo Business… Non perdere questa opportunità

Ore
Minuti
Secondi
uplevel marketing elite marco dasta

Richiedi ora la tua consulenza gratuita di 45 minuti

Condividi con i tuoi amici