ADsCook – Cosi le tue pubblicità SPACCANO

Vuoi migliorare la tua pubblicità su facebook e instagram?

Allora devi utilizzare questo incredibile tool.

Adscook, in sintesi, unisce Adespresso e Revealbot.

Sarai in grado di crea A/B con 1 solo click e potrai vedere quale pubblicità ti sta portando più clienti e spegnere quelle che non funzionano.

https://adscook.pxf.io/WDLnZJ

Ti piace questo post??? Condividilo con i tuoi amici

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Linkdin
Share on Pinterest
WhatsApp
Telegram

E appena vuoi DAVVERO ottenere risultati nel tuo business… ecco i 4 migliori modi in cui posso aiutarti!!!

Ti posso interessare anche!

Kajabi è la miglior piattaforma per creare e vendere video corsi

Ho dovuto scrivere questo articolo qui sul blog per 1 motivo ben preciso…

Mi è stato chiesto -privatamente- da un mio cliente “Marco, ma Kajabi va ancora bene o devo far creare la piattaforma proprietaria?”

La mia risposta: Continua assolutamente ad usare Kajabi fino a che…

…te lo spiego alla fine il perché di questa risposta.

Vedi ormai va di moda dire devi farti la piattaforma proprietaria e ancora di più dire che “abbiamo investito centinaia di migliaia di euro per renderla quella che è oggi”.

…e poi perché se non hai una piattaforma proprietaria sei uno che non ha capito l’importanza di averla!

Ora amico mio, io voglio farti ragionare su alcune cosa…

Ammesso e concesso tutto, ma allora devi possedere anche:

• server

• player video

• eccetera eccetera

Fermo, quasi dimenticavo peggio ancora chi dice di averla ma poi è in wordpress con buddyboss.

O chi ha “palesemente” copiato ovens – si quello di consulting – non dicendo che il team di https://softwarecy.io/ te la ricrea uguale e gestisce a circa 1000 dollari anno. (guarda tu stesso)

Ti sto facendo capire il perché è una fesseria sta cosa del devi avere la tua piattaforma proprietaria.

Mia nonna TI direbbe “bravo u babbo” – nonna era saggia.

La verità è ti bastava usare Kajabi

Che sia chiaro io non ho nulla con chi ha la piattaforma proprietaria per ospitare i propri corsi, però non dite fesserie.

Però vuoi mettere la semplicità di pagare una fee mensile e di avere tutto li già pronto e senza sbatterti?

Non scherziamo nemmeno!

Kajabi è in continua evoluzione anche perché “ascoltano” le richieste dei clienti.

Quindi se la tua domanda è “devo continuare ad utilizzare Kajabi?”

Si utilizza assolutamente Kajabi!

…finché non creerai la tua “Kajabi“!

Nel tuo Business spremi i limoni?

Ti potrebbe sembrare un titolo che non ha nulla a che fare con il tuo business, ma ti sbagli di grosso e dovresti invece metterti comodo e capire il perché devi iniziare a spremere i limoni.

Per limone si intende una persona che ha comprato da te. Fai attenzione chi compra da te una singola volta NON è cliente, ha solo acquistato. 

Ma allora quando diventa cliente?

Quando compra due o più volte!

Squeeze The Lemon (o spremi i limoni) è ciò di cui hai bisogno per far prosperare il tuo business, facendo comprare più e più volte una persona cosi da trasformarlo in cliente e successivamente in fan dei tuoi prodotti o servizi e che magari ti faccia anche da passaparola ad amici e follower…

…però andiamo piano piano che poi ti confondi!

Sappi che -continuare- a vendere ad una persona che ha già compiuto almeno un acquisto è in media 10 volte più semplice e meno costoso rispetto a chi continua a “vagare” e non ha deciso di agire  comprando da te anche solo una volta.

Ma -per rimanere in tema- veniamo al “succo” del discorso…

Rifletti su ciò che stai per leggere!

Stai facendo advertising sui social o quanto meno ci stai provando, un 3% di queste entra sul tuo sito web e compie la transazione (quindi paga) e subito dopo va alla pagina di ringraziamento dell’acquisto. 

Ci sono due scenari in questo caso, ti senti “cool” perché hai venduto e pensi che ci saranno altri che comprano…ma i costi pubblicitari iniziano a crescere e stai andando in perdita…

(tagliamo il discorso)

Oppure spremi sti benedetti limoni (persone) con delle offerte “mirate” – subito dopo il primo acquisto – che ti permettono di marginare e aumentare lo scontrino medio di ogni singola persone che decide di fare il primo acquisto e renderli clienti. Ora sei “cool”!!!

Questo avviene tramite quello che viene chiamato Upsell e Cross Sell.

Lo vedo ti si sono illuminati gli occhi e dentro la pupilla c’è il simbolo dell’euro. 

Però fermati! Perché c’è di più e sono sicuro al 100% che non stai spremendo i limoni, lasciando “sul tavolo” tanti soldi che stanno andando ai tuoi concorrenti spietati.

Avendo più margine di guadagno puoi (re)investire parte di essi in pubblicità – magari – sui social media cosi da spazzare via la concorrenza ed entrare nella mente delle persone. 

Vince chi ha più soldi per acquistare un cliente.

…si i clienti hanno un valore e anche un costo che devi calcolare se non vuoi andare in banca rotta.

Ora io sono sicuro che starai già pensando a come spremere i limoni per poter ottenere un vantaggio incredibile rispetto ai tuoi competitor e a cosa potresti dare come upsell o cross sell.

Ci sono due notizie…

Puoi fare tutto da solo e sprecare tempo e molto denaro, continuando a sbagliare sia i prodotti che la strategia cosi da essere frustrato perché i tuoi concorrenti ti ridono dietro.

Oppure…

Metterti in contatto con me e impostiamo la tua “spremi agrumi” che ti permette di vendere più e più volte alla stessa persona cosi da farla passare da compratore a cliente e magari in fan del tuo prodotto o servizio. 

Con il beneficio di aumentare il tuo profitto e lo “scontrino medio” di ogni persona.

Se ti interessa spremere i limoni clicca il link qui in basso

Si,Marco, Voglio Spremere I Limoni

Il REALE motivo sul perché la tua attività locale sta per fallire

Sapete perché il 90% delle attività locali fallisce?
e non è per la crisi!

Ultimamente mi stanno scrivendo in privato o tramite email sempre più attività locali come

pizzerie,
ristoranti
centri estetici
nutrizionisti
liberi professionisti vari


e hanno tutte e ripeto tutte lo stresso problema!!! 😱
È davvero assurdo che ancora nel 2023

• non hanno un CRM
• un processo di acquisizioni clienti
• un sistema per recuperare i clienti persi
• delle pubblicità per essere davanti le persone giuste
Queste sono solo alcune delle “cose” che mancano, ci vorrebbe un libro per dirle tutte.
La strategia unica è il PASSAPAROLA (vecchio stile) o nel peggiore dei casi ancora il bigliettino da visita.

Ecco perché la tua attività sta per fallire!

Capisci?

Quelli per cui impazzisco però sono quelle persone che vengono dai GURU del marketing online. Anche loro hanno tante nozioni di strategia devo fare quello poi questo ma ZERO IMPLEMENTAZIONE.

ZERO! ZERO! ZERO!

Si è capito ZERO?

Appena iniziano a lavorare con me e in meno di 36/48 ore lavorative hanno

• un sistema collaudato in grado di poter generare contatti in maniera prevedibile,
• un sistema che recupera i vecchi clienti
• un CRM che crea la giusta relazione con i clienti
• e tanto altro…

La frase che più mi viene detta è
“Ma dove CAXXO sei stato fino ad ora?”
oppure…
“Se ti avessi scoperto prima avrei evitato di BRUCIARE xyz€”

“In poche ore sono abbiamo fatto più cose di quante ne ho fatte negli ultimi 4 anni in cui ho seguito tizio-caio e quello la che mi ha rubato i soldi”

Se non vuoi fallire devi FARE, dobbiamo FARE!

Come fare A/B test con Elementor

Come fare A/B test con Elementor

Se sei nel settore del Business online anche tu puoi aver visto come sempre più marketer si stanno spostando da Clickfunnels ad Elementor.

C’è un motivo preciso sul perché? Sinceramente non c’è una risposta.

Clickfunnels è davvero un tool di marketing completo, ma anche io ho notato come sempre più persone illustri del settore stanno spostano i loro funnel su Elementor. Forse per il costo?

Anche io li utilizzo entrambi e posso confermarti che la scelta varia in base alla necessità che uno ha.

In ogni caso, oggi voglio parlarti di come fare A/B test con Elementor o split test per i più precisi. Sono la stessa cosa chiamati in modi differenti.

Aspetta Marco, io non so cosa voglia dire ne a/b test ne split test.

Bene, ma non benissimo, provo a fartelo capire con qualche esempio 🙂

Fare a/b test o split test, chiamalo come vuoi, io da ora in poi lo chiamerò a/b test, è una delle pratiche più interessanti per il tuo business per capire molti dati che ti servono ad intuire come convertire più clienti possibili.

Ora mettiamo il caso che tu hai una landing page creata con Elementor, proprio come la mia qui nello screenshot e che i tuoi visitatori non convertono, ovvero non lasciano la mail (in questo caso).

Tu cosa devi fare? Devi capire cosa è la causa del fatto che il visitatore della tua pagina non ha lasciato la mail o non ha fatto una determinata azione.

Guarda con attenzione questo screenshot

Questa è la landing page del mio blog, come vedi è molto semplice, e contiene:

  • Il titolo – Come trovare nuovi clienti online…
  • Il sottotitolo – …scopri il metodo che ti permette….
  • Una mia foto – non faccio commenti su questo! 😀
  • Una descrizione di cosa ho fatto negli ultimi anni
  • Un pulsante – Richiedi la tua consulenza….

Ora cosa potrebbe essere il fatto che un visitatore del mio blog non mi ha lasciato la mail?

Le cause possibili sono infinite, ma diciamo che in media le problematiche più diffuse sono:

  • Titolo – header
  • Sotto titolo – sub header
  • Colore del pulsante

Ecco che qui entra in gioco l’ A/b test con Elementor.

Ovvero cambiare una determinata parte della landing page come ad esempio il colore del pulsante in verde o direttamente il titolo e magari vedrai aumentare il numero delle conversioni.

Ricorda che ogni singolo visitatore della tua landing page è differente e quindi risponderà in modo diverso.

Quindi l’a/b test per riassumere è la strategia che ti permette, partendo da una pagina di controllo (pagina A), capire e cambiare parti di una pagina, o una pagina stessa, e migliorarla fino ad ottenere il numero maggiore di conversioni. (pagina b)

E anche nella pagina B puoi fare a/b test con Elementor per vedere quale pulsante converte meglio.

Ti faccio vedere uno screenshot per farti capire meglio.

Marco, anche io utilizzo Elementor, ma come posso fare?

Ci arriviamo passo passo.

Elementor purtroppo non ha questa funzione integrata, ad oggi, ma oggi ti sto per rivelare Come fare A/B test con Elementor.

Scarica il plugin A/B test per Elementor

Quello che ti serve per fare A/B test con Elementor è un plugin, lo trovi cliccando il link

—> scarica il plugin

Ora clicca il pulsante per poterlo scaricare e installalo sul tuo wordpress. E’ molto semplice da installare. Finita l’installazione vedrai una nuova icona nella tua sidebar di back-end.

Ottimo, ora che hai installato il plugin a/b test per elementor, dobbiamo iniziare ad usarlo giusto?

Quindi mettiti bello che comodo che stai per far aumentare le conversioni della tua landing page 🙂

Importante: nella versione gratuita hai fino a 5 A/B test, nella versione premium da 49 dollari annui hai illimitati A/B test. Sono meno di 4€ al mese, quindi ti consiglio di prendere la versione premium.

Come funziona A/B test per Elementor?

Ti ricordo che puoi fare a/b test per diverse pagine, per diversi titoli, per diversi pulsanti… ci siamo capiti puoi split test su ciò che vuoi e che pensi possa aumentare le conversioni della tua landing page.

Mettiamo il caso che il nostro a/b test sia rivolto alla modifica di una specifica sezione della tua landing page – in questo caso above the fold – ecco gli step da fare.

Ti numerato gli step cosi sai come muoverti meglio.

1 – Quindi selezioni la sezione da modificare nella tua landing page e che sarà la pagina di controllo del tuo a/b test.

2 – Selezioni su avanzato e subito dopo clicca su split test dove andrai a dare il nome a cosa stai facendo il tuo test.

3 – Nell’immagine vedi che il nome è appunto above the fold perché io sto testando la parte superiore della landing page, ovvero ciò che le persone vedono nel momento in cui visitano il mio blog.

In questo passaggio dovrai impostare anche come avviene la conversione, quindi per esempio una pagina di ringraziamento (thank you page).

Qui scatta la conversione e tu sai che le persone che vedono questa sezione convertono di meno o contrariamente di più.

4 – Dovrai impostare sia la variazione del tuo a/b test, come per esempio variazione 1.

Io ho messo variante 2, perché questa è la variante della pagina principale che sto testando.

Questa qui sotto è la variante 1.

Come puoi ben notare è pressapoco la stessa pagina ma con delle variazioni come

  • Pulsanti – ne ho inseriti due
  • Colore di sfondo – tutto blu scuro
  • Sotto titolo modificato

Marco, ma come faccio a vedere le statistiche del mio a/b test elemento e capire cosa converte meglio?

Hai ragione, ti mostro subito come e dove vedere le tue statistiche e come capire cosa converte meglio.

Ti basta tornare sulla tua dashboard, andare su split test e selezionare il tuo A/B test che hai appena creato.

Come vedi hai possibilità di:

  • Vedere le statistiche
  • Modificare il tuo split test
  • oppure cancellarlo

Sono sicuro che dal momento in cui ci prendi un pò la mano, sarà sempre più semplice.

Conclusioni

Spero davvero di essere stato il più preciso possibile e di averti aiutato nel creare il tuo primo A/B test con elementor.

Fammi sapere anche nei commenti se hai visto le tue conversioni aumentare o se in generale hai visto dei miglioramenti nel tuo split test.

Stavo pensando di creare un video a riguardo sul come creare a/b test con elementor, fammi sapere nei commenti se ti potrà essere utile.

PS: ti consiglio di usare Elementor pro

link al plugin da scaricare —> scarica il plugin

Richiedi la tua 4STEP Call GRATUITA DI 45 minuti!!!

Ci vogliono meno di due minuti per schedulare la tua consulenza strategica GRATIS con me.

Voglio lavorare solo con gente volenterosa di agire sin da subito e vedere il tuo Business crescere sin dalla prima settimana da quando abbiamo fatto la nostra consulenza strategica.

Ti basta selezionare il primo giorno disponibile e scegliere un orario in cui si svolge la nostra chiamata gratuita.

…semplice, veloce, efficace!

ti aiuto da subito a capire come iniziare ad avere risultati con il tuo business

Lasciati aiutare e ricevi la soluzione migliore per te!

…lo completi in meno di 1 minuto..

Ore
Minuti
Secondi

Vorresti essere richiamato entro 28 secondi???

Cosi possiamo parlare direttamente al telefono e capire come posso aiutarti a far crescere il tuo Business…

La chiamata è 100% gratuita… offriamo noi! 😀

Bisogno di aiuto? Scrivimi!

WhatsApp

Messenger

Non andare via a mani vuote!!!

entra nella nostra incredibile community di Imprenditori Digitali assolutamente GRATIS!

…sei ad un solo passo dal poterti unire tra i migliori imprenditori in Italia di marketing digitale, dove ogni singolo potrai confrontarti con PERSONE che sono disposte ad aiutarti per farti raggiungere il tuo obiettivo e far crescere il tuo Business… Non perdere questa opportunità

Ore
Minuti
Secondi
uplevel marketing elite marco dasta

Richiedi ora la tua consulenza gratuita di 45 minuti

Condividi con i tuoi amici