Come creare un blog

Come creare un blog

Dopo averti parlato del perché tu devi aprire un blog ed averti fatto ragionare sui reali motivi che ti devono spingere a creare il tuo blog, è il momento di spiegarti  come creare un blog, e in particolare cosa usare e cosa non usare per poterne creare uno.

Per chi non conosce nemmeno una riga di scrittura in html potrebbe risultare difficile imbattersi nel creare un blog. Ma io ho creato questo blog per toglierti qualsiasi dubbio, e per spiegarti passo passo come muoverti.

Sul web ci sono decine e decine di piattaforme che ti permettono di poter creare un blog o sito web, e come potrai immaginare ogni piattaforma offre qualcosa in più e qualcosa in meno. Quindi diciamo che la piattaforma perfetta al 100% non esiste assolutamente. E quindi tutto sta nel scegliere quale tool ci permette di fare più cose possibili,  nel migliore dei modi, che non è mai un male.

Da ora in poi userò la parola “tool”(singolare), “tools”(plurale), per descrivere il software,sito web,social network o altro che ti permette di creare un blog. Altrimenti ti avrei confuso!

Quindi dicevo…

Sul web troviamo tanti di quei tools che è davvero impossibile stare dietro ad ognuno di essi. Quindi per non imbatterci in qualcosa di difficile da usare e che magari ti potrebbe far perdere la voglia di poter creare un blog ti farò un elenco dei 5 tools più usati.

Quali sono i tools per creare un blog?

Senza alcun dubbio i tools più usati per creare un blog sono:

WordPress

• Blogger

• Tumblr

• Wix

• WebSitex

Ma quale utilizzare tra questi 5? Prima di svelarti quale per me è il migliore in assoluto e del perché tu lo debba scegliere è corretto darti una mia opinione su ognuno di essi. Io ti parlo della mia personale esperienza in quanto li ho utilizzati per vari clienti e business.

Partiamo dal descrivere quello che per me sta nel gradino più basso della classifica.

Websitex: Lo consiglio solo a quelle persone che non hanno nessuna conoscenza, ma proprio nessuna, e che cercano qualcosa di davvero molto easy da utilizzare. E’ un tool premium, quindi a pagamento, che ti permette di creare pagine semplici, lo stile minimale sembra quello di siti dei primi anni 90, quelli che ormai non piacciono più a nessuno. La semplicità sta nel fatto che è Drag & Drop, ovvero che ti interessa per esempio inserire un’immagine prendi la casella immagine e la sposti nel tool. Quindi decidi direttamente nella pagina cosa andare ad inserire. La pagina di elaborazione non è altro che un grande quadrato diviso in celle più piccole ( quadrati al suo interno) dove poter aggiungere ciò che più vi interessa come testo, immagini, video ecc…

Considerazioni finali: io ho avuto modo di provarlo proprio ai suoi esordi, non male per quel tempo, ma vi consiglio altresì di non utilizzarlo. Ormai c’è qualcosa di molto più interessante da utilizzare.

Ora passiamo a …

Wix: E’ un buon strumento web based, ovvero che lo utilizzi tramite internet, e ti permette di poter creare un sito web o blog davvero in pochissimo tempo. Anche questo è Drag & Drop, ma ha un punto ha favore rispetto a WebSitex, ovvero che lo spostamento del contenuto non avviene all’interno di celle ma il suo editor è libero. Decidi praticamente tu dove andare a posizionare il contenuto della pagina senza alcuna limitazione. Ma anche qui c’è qualcosa che non va, le impostazioni SEO sono un po’ , come dire, non performanti. Infatti ho notato che Google, il più grande motore di ricerca al mondo, penalizza i siti web creati con wix. Io penso di sapere il motivo, e te lo svelo dove ti parlo di Blogger.

Consiglio: E’ ottimo come editor puoi farci di tutto, ma essendo penalizzato da Google non andrai mai da nessuna parte. Quindi lascialo perdere!

Ora parliamo di …

Tumblr: Ricordo che al suo lancio ebbe un successo enorme, ma sempre più gente si lamentava della poca possibilità di personalizzazione. E in fondo noi vogliamo un sito che sia di nostro gradimento no?

Io lo utilizzai per un cliente e anche io trovai delle difficoltà nel gestire il tutto proprio per quello decisi di non utilizzarlo più.

Su tumblr sono stato molto breve perché a primo impatto utilizzandolo non mi ha fatto per nulla simpatia, magari è solo una mia impressione e tu non potrai condividere questo mio pensiero, ma è quello che penso non mi ci sono trovato bene. Però è anche corretto dirti che i suoi utilizzatori, e ne conosco tanti, non si lamentano per nulla.

Arriviamo ai piani alti…

Blogger: Prodotto, ormai, del più grande motore di ricerca al mondo, sto parlando di Google. Si questo editor per creare blog, il nome dice praticamente tutto, è tra i miei preferiti per molteplici motivi. E’ stato per anni, a mio avviso, la punta di diamante per moltissimi blogger sul web. Non si vedeva fino a pochi anni fa un blog che non fosse stato fatto con Blogger. Ancora oggi è tra i miei preferiti ed infatti ho ancora alcuni progetti, che ho lasciato, su questo fantastico editor. Poi cosa non meno importante, è di Google e questo ho notato che porta tantissimi vantaggi. Penso sia normale anche che Google tiri acqua al suo mulino no?

Ma il vincitore è…

WordPress: Si, è in assoluto il vincitore! Puoi metterci la mano sul fuoco, te lo garantisco! Ho iniziato ad utilizzare WordPress sin da quando era in Inglese, non ricordo la versione esatta ma comunque una delle primissime, e già da allora ho notato che era una spanna sopra tutti. Negli anni ovviamente è migliorato sempre di più aggiungendo Plugin, widget, temi personalizzabili. Infatti è il più usato in assoluto al mondo, circa il 70% dei siti web o blog sono creati tramite WordPress. Questo fantastico tool è completamente gratis! GRATIS capisci?

Tutto ciò che ti serve è avere un dominio, uno spazio web, scaricare WordPress e caricarlo nel tuo hosting. Semplice anche per un bambino, per un nonnino che non sa nulla di computer forse nemmeno accenderlo.

Quindi non esitare ancora e scarica wordpress. Scegli il migliore e non te ne pentirai.

Ci sono anche altri tool interessanti quali Joomla e Drupal, ma ti consiglio vivamente di rimanere fedele a WordPress.

Ed inoltre lasciami un commento e fammi sapere un tuo parere su quale per te è il tool migliore al mondo.

Ti piace questo post??? Condividilo con i tuoi amici

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Linkdin
Share on Pinterest
WhatsApp
Telegram

E appena vuoi DAVVERO ottenere risultati nel tuo business… ecco i 4 migliori modi in cui posso aiutarti!!!

Ti posso interessare anche!

Come far crescere il tuo brand con i social media

Come far crescere il tuo brand con i social media

I social sono molto popolari, forse troppo, al giorno d’oggi, in particolar modo tra i giovani. In realtà, un sacco di persone oggi sono alla ricerca di soluzioni ai loro problemi su internet, ed in particolare proprio sui social. I social più popolari sono Facebook,Instagram,Twitter,Google+ ecc..

E lo sai perché sono tutti sui social?

Perché è il modo migliore per promuovere la tua azienda o i tuoi prodotti. Grazie ai social riusciamo ad interagire con un numero maggiore di persone, e che allo stesso tempo, potranno diventare tuoi clienti. Per esempio potresti prendere in considerazione di poter creare una pagina su Facebook e come primo passo invitare tutti i tuoi amici a mettere un mi piace.

Di seguito ti elenco alcuni dei modi su come i social ti possono aiutare a fare crescere il tuo brand.

Raggiungi milioni di persone

Sui social ci sono milioni di persone provenienti da ogni angolo del mondo, sono davvero in pochi a non avere ancora nemmeno un’account sui social.

Per esempio mia nonna 🙂 Battutaccia a parte…

Attraverso la tua pagina ufficiale, potrai raggiungere un pubblico sempre più ampio aggiornando lo stato in modo da far sapere con regolarità i tuoi nuovi prodotti e suscitare interesse sul tuo pubblico.

Ottenere nuovi clienti con i social

Utilizzare i social per trovare clienti è senza dubbio la migliore strategia. In particolare ti consiglio di utilizzare Facebook,Instagram,Twitter e Google per avviare le tue prime campagne di pubblicità. Negli ultimi mesi però è stato proprio Facebook a dominare con le pubblicità, sta implementando sempre nuovi funzioni utili a trovare clienti.

Controlla i tuoi “competitors”

Attraverso i social potrai tranquillamente controllare i tuoi competitors e vedere ciò loro stanno facendo sui vari social. Inoltre potrai anche vedere come loro si stanno muovendo per fare pubblicità sui vari social e se pensi sia utili per il tuo brand, prendi spunto, non copiare mi raccomando – dicevano. Ma che te ne frega, se pensi che possa aiutare il tuo brand e i tuoi competitors stanno facendo meglio di te copiali e migliora le strategie di marketing,quindi andrai ad innovare e poi saranno loro a copiare te.

I social sono gratis

A differenza delle pubblicità, i social sono gratis. Si è vero che qualche rigo prima ti ho consigliato di utilizzare Facebook Ads, ma se puoi ottenere nuovi clienti senza il bisogno di pagare perché non usarli? Io ti consiglio di fare cosi, posta i tuoi prodotti sui social se poi vedi che non ottengono interazione dal tuo pubblico andrai a usare le ads. Ma i social sono gratis 🙂

Migliora la SEO

Ottimizza la SEO ed ottieni la possibilità di promuovere meglio il tuo brand. Essere nella prima pagina di una determinata parola chiave ti fa risparmiare almeno il 30% del tuo budget. Altro modo per migliorare la SEO è utilizzare i social, con post regolari su Facebook,Instagram e Twitter. Ti consiglio di postare almeno 2-3 volte al giorno per su ognuno dei social.

Conclusione

I social possono davvero aiutare a rendere immensamente grande il tuo brand. Sappi che ad oggi, sono più le persone che navigano da mobile sia per la comodità sia perché ormai gli smartphone e tablet permettono di fare quasi tutto. Se utilizzi per bene i social raggiungerai in meno tempo il tuo obiettivo, e trovare sempre nuovi clienti in target con il tuo business. Purtroppo, o per fortuna, non tutti gli imprenditori investono in pubblicità e questo è sicuramente un punto a nostro favore per poter trovare nuovi clienti ogni giorno.

Come fare A/B test con Elementor

Come fare A/B test con Elementor

Se sei nel settore del Business online anche tu puoi aver visto come sempre più marketer si stanno spostando da Clickfunnels ad Elementor.

C’è un motivo preciso sul perché? Sinceramente non c’è una risposta.

Clickfunnels è davvero un tool di marketing completo, ma anche io ho notato come sempre più persone illustri del settore stanno spostano i loro funnel su Elementor. Forse per il costo?

Anche io li utilizzo entrambi e posso confermarti che la scelta varia in base alla necessità che uno ha.

In ogni caso, oggi voglio parlarti di come fare A/B test con Elementor o split test per i più precisi. Sono la stessa cosa chiamati in modi differenti.

Aspetta Marco, io non so cosa voglia dire ne a/b test ne split test.

Bene, ma non benissimo, provo a fartelo capire con qualche esempio 🙂

Fare a/b test o split test, chiamalo come vuoi, io da ora in poi lo chiamerò a/b test, è una delle pratiche più interessanti per il tuo business per capire molti dati che ti servono ad intuire come convertire più clienti possibili.

Ora mettiamo il caso che tu hai una landing page creata con Elementor, proprio come la mia qui nello screenshot e che i tuoi visitatori non convertono, ovvero non lasciano la mail (in questo caso).

Tu cosa devi fare? Devi capire cosa è la causa del fatto che il visitatore della tua pagina non ha lasciato la mail o non ha fatto una determinata azione.

Guarda con attenzione questo screenshot

Questa è la landing page del mio blog, come vedi è molto semplice, e contiene:

  • Il titolo – Come trovare nuovi clienti online…
  • Il sottotitolo – …scopri il metodo che ti permette….
  • Una mia foto – non faccio commenti su questo! 😀
  • Una descrizione di cosa ho fatto negli ultimi anni
  • Un pulsante – Richiedi la tua consulenza….

Ora cosa potrebbe essere il fatto che un visitatore del mio blog non mi ha lasciato la mail?

Le cause possibili sono infinite, ma diciamo che in media le problematiche più diffuse sono:

  • Titolo – header
  • Sotto titolo – sub header
  • Colore del pulsante

Ecco che qui entra in gioco l’ A/b test con Elementor.

Ovvero cambiare una determinata parte della landing page come ad esempio il colore del pulsante in verde o direttamente il titolo e magari vedrai aumentare il numero delle conversioni.

Ricorda che ogni singolo visitatore della tua landing page è differente e quindi risponderà in modo diverso.

Quindi l’a/b test per riassumere è la strategia che ti permette, partendo da una pagina di controllo (pagina A), capire e cambiare parti di una pagina, o una pagina stessa, e migliorarla fino ad ottenere il numero maggiore di conversioni. (pagina b)

E anche nella pagina B puoi fare a/b test con Elementor per vedere quale pulsante converte meglio.

Ti faccio vedere uno screenshot per farti capire meglio.

Marco, anche io utilizzo Elementor, ma come posso fare?

Ci arriviamo passo passo.

Elementor purtroppo non ha questa funzione integrata, ad oggi, ma oggi ti sto per rivelare Come fare A/B test con Elementor.

Scarica il plugin A/B test per Elementor

Quello che ti serve per fare A/B test con Elementor è un plugin, lo trovi cliccando il link

—> scarica il plugin

Ora clicca il pulsante per poterlo scaricare e installalo sul tuo wordpress. E’ molto semplice da installare. Finita l’installazione vedrai una nuova icona nella tua sidebar di back-end.

Ottimo, ora che hai installato il plugin a/b test per elementor, dobbiamo iniziare ad usarlo giusto?

Quindi mettiti bello che comodo che stai per far aumentare le conversioni della tua landing page 🙂

Importante: nella versione gratuita hai fino a 5 A/B test, nella versione premium da 49 dollari annui hai illimitati A/B test. Sono meno di 4€ al mese, quindi ti consiglio di prendere la versione premium.

Come funziona A/B test per Elementor?

Ti ricordo che puoi fare a/b test per diverse pagine, per diversi titoli, per diversi pulsanti… ci siamo capiti puoi split test su ciò che vuoi e che pensi possa aumentare le conversioni della tua landing page.

Mettiamo il caso che il nostro a/b test sia rivolto alla modifica di una specifica sezione della tua landing page – in questo caso above the fold – ecco gli step da fare.

Ti numerato gli step cosi sai come muoverti meglio.

1 – Quindi selezioni la sezione da modificare nella tua landing page e che sarà la pagina di controllo del tuo a/b test.

2 – Selezioni su avanzato e subito dopo clicca su split test dove andrai a dare il nome a cosa stai facendo il tuo test.

3 – Nell’immagine vedi che il nome è appunto above the fold perché io sto testando la parte superiore della landing page, ovvero ciò che le persone vedono nel momento in cui visitano il mio blog.

In questo passaggio dovrai impostare anche come avviene la conversione, quindi per esempio una pagina di ringraziamento (thank you page).

Qui scatta la conversione e tu sai che le persone che vedono questa sezione convertono di meno o contrariamente di più.

4 – Dovrai impostare sia la variazione del tuo a/b test, come per esempio variazione 1.

Io ho messo variante 2, perché questa è la variante della pagina principale che sto testando.

Questa qui sotto è la variante 1.

Come puoi ben notare è pressapoco la stessa pagina ma con delle variazioni come

  • Pulsanti – ne ho inseriti due
  • Colore di sfondo – tutto blu scuro
  • Sotto titolo modificato

Marco, ma come faccio a vedere le statistiche del mio a/b test elemento e capire cosa converte meglio?

Hai ragione, ti mostro subito come e dove vedere le tue statistiche e come capire cosa converte meglio.

Ti basta tornare sulla tua dashboard, andare su split test e selezionare il tuo A/B test che hai appena creato.

Come vedi hai possibilità di:

  • Vedere le statistiche
  • Modificare il tuo split test
  • oppure cancellarlo

Sono sicuro che dal momento in cui ci prendi un pò la mano, sarà sempre più semplice.

Conclusioni

Spero davvero di essere stato il più preciso possibile e di averti aiutato nel creare il tuo primo A/B test con elementor.

Fammi sapere anche nei commenti se hai visto le tue conversioni aumentare o se in generale hai visto dei miglioramenti nel tuo split test.

Stavo pensando di creare un video a riguardo sul come creare a/b test con elementor, fammi sapere nei commenti se ti potrà essere utile.

PS: ti consiglio di usare Elementor pro

link al plugin da scaricare —> scarica il plugin

Come usare Facebook Live – La guida in 5 minuti

Come usare Facebook Live – La guida in 5 minuti

Se non hai ancora sentito parlare di questo “fenomeno” mi sa che vivi sulla luna 🙂 . Il live streaming è una parola che si sta sentendo sempre più in questi giorni. I top internet marketer ritengono che il live streaming sta cambiando il modo di creare contenuti e comunicare con i seguaci.

Questa è la nuova frontiera per qualsiasi business online, sia che tu sia un blogger o un affiliate marketer o che abbia una qualsiasi attività, il live streaming è un qualcosa che devi assolutamente conoscere. E qual’è la piattaforma che su ogni cosa batte tutti? Facebook ovviamente.

Ecco perché ti raccomando di controllare il Report gratuito in PDF ” Facebook live influencer”. Imparerai tutto ciò che c’è da sapere su Facebook live: compreso come funziona, come iniziare e come costruire un pubblico di persone e infine come monetizzare con i tuoi video.

Questo post servirà più che altro come partenza. La diretta in streaming su Facebook fa per te e per il tuo business, questo è un dato certo. Ogni attività dovrebbe realizzare dei live su Facebook per ottenere maggiori vendite.Non solo imparerai cosa è Facebook live, ma anche perché è cosi importante, come funziona e come iniziare.

Che cosa è il Live Streaming?

Il live streaming in sostanza non è altro che un video dal vivo. Potrai decidere di lanciare un live tramite il tuo smartphone e chiunque può scegliere di sintonizzarsi e guardare quello che che stai facendo. Ciò fa si di comunicare con il tuo pubblico in modo diretto e rispondere alle domande che ti vengono poste per una comunicazione incredibilmente coinvolgente.

Per il marketing online è il modo più simile al bussare alla porta di un tuo possibile cliente e mostrargli cosa hai da vendere, praticamente è come se tu gli stessi dicendo – Hey, ho la migliore aspirapolvere del mondo e volevo sapere se sei interessato ad acquistarla. Con un po’ di fantasia capirai quello che volevo intendere 🙂 .

Se invece stai fai facendo personal branding, è un ottimo modo per costruire fiducia e familiarità verso il tuo pubblico. E se sei abbastanza creativo e convincente, allora potrai fare in modo di fare grandi cose, come per esempio prendere il tuo pubblico e portarlo ad eventi, e magari essere anche pagati. Conosco una persona in particola che usa Facebook live per far ciò ed essere pagato 🙂

Immagina di usufruire di questa strategia come webinar ed usarlo per il tuo funnel di vendita, dove gli studenti del tuo corso ti possono fare delle domande specifiche. Se per esempio hai un gruppo privato, prendi in considerazione di effettuare un live proprio li.

I live streaming sono un qualcosa di nuovo ed ha un alto tasso di engagment da parte del pubblico, proprio per il fatto che le cose nuove suscitano interesse e se tu sarai bravo con questa strategia saranno sempre di più le persone che inizieranno a seguirti.

Magari ti starai chiedendo, ma nei telegiornali molte cose sono live…

Hai ragione ma nell’internet marketing è un qualcosa di mai visto, o quanto meno sono davvero in pochi!

Ciò significa che utilizzare Facebook Live nella tua strategia di marketing ti porterà ad avere riscontri maggiori rispetto ai tuoi competitors. A proposito di competitors, Facebook live è arrivato dopo pochi mesi dal lancio sul mercato di Periscope, che praticamente fa la stessa cosa di Facebook Live ma di proprietà di Twitter. Facebook non ha voluto tenersi indietro ha lanciato Facebook live prendendosi tutti gli utenti che utilizzavano Periscope, per vari ovvi motivi.

Una frase che mi viene sempre in mente è – Gli altri creano e Facebook si prende tutto!

E infatti questo è il motivo per cui anche Facebook ha voluto i live streaming sulla sua piattaforma. Per nostra fortuna ancora l’algoritmo è ancora favorevole a questo tipo di contenuto rispetto per esempio ad immagini,link,ecc…

Il Blog ufficiale dichiara:

“Abbiamo implementato Facebook live su iOS nel mese di dicembre e la settimana scorsa abbiamo iniziato a rotazione anche su Android….. -finisce con- la gente spende il suo tempo 3 volte in più per guardare un video live!”.

Ma il live streaming potrebbe anche essere usato al di fuori del marketing. Immagina per esempio, cosa succederebbe se ci fosse un disastro naturale e le persone lanciano un live streaming. Di sicuro è un ottimo modo per avvisare le persone che ti seguono e a sua volta aiutare i servizi di emergenza.

E se un giorno si potessero fare live streaming a 360 gradi?
Sarà il miglior modo per pubblicizzare ristoranti, bar, hotel ma anche altri tipi di attività proprio perché si darà una visione completa al tuo pubblico. Ah! Facebook ha acquistato Oculus per circa 2 miliardi e quindi i video in diretta a 360 gradi potrebbero arrivare molto presto.

Comunque sia Facebook Live è assolutamente da usare in ogni caso a prescindere da quale è la tua tipologia di business.

La storia dei live streaming

Si può dire che i live streaming sono un fattore giovane nel mercato, e questo comporta una mancanza di contenuti. Ma è stato intorno a marzo 2015 che le cose hanno avuto inizio, con Meerkat. Si proprio Meerkat è stato il primo sul mercato (conosciuto anche come AIR e poi Yevvo). Essendo pubblicizzato molto bene, in pochissimo tempo ha cominciato ad attirare l’attenzione da parte degli utenti. Cosi subito dopo, ovviamente, anche Twitter si è interessato a questo settore e diciamo che ne aveva anche bisogno cosi ha acquistato per 100 milioni di dollari, Periscope.

Periscope era quasi sconosciuta, ma grazie al fatto che era divenuta di proprietà di Twitter questo ha fatto in modo che la maggior parte degli utenti con un account Twitter si è spostata proprio su Periscope, diventando la piattaforma di live streaming per eccellenza. In meno di un anno Periscope ha avuto oltre 10 milioni di account, di cui 2 milioni sono stati online ogni giorno. Questi sono numeri da capogiro. Pensa solo che se si dovessero guardare tutti i contenuti live su Periscope ci vorrebbero almeno 40 anni.

Vedendo una crescita cosi grande anche altre aziende si sono interessate, proprio perché il mercato si stava spostando in questo settore.

Per citarne alcune…

• Twitch è un servizio di streaming che è specifico per i video giochi per computer, ed ha 12 milioni di utenti.

• Blab è uno strumento nuovo che consente di discutere su argomenti con gli altri utenti.

E naturalmente anche big G, si è interessato lanciando YouTube live. Pensa che in un test effettuato all’Expo hanno raggiunto 8 milioni di spettatori in sole 12 ore.

Ma Facebook? Ci arriviamo pure…

Facebook contrariamente a tutti ha usato una strategia diversa. Infatti ha deciso di far usare i live video ai suoi utenti più influenti e che avessero una pagina verificata. Io sono stato tra i fortunati ad utilizzarla fin da subito proprio perché ho la mia pagina verificata direttamente da Facebook. Ricordo quando quei guru o che si credono tali mi mandavano messaggi tipo:

• Ma come è possibile fare live streaming con Facebook

• Io non li posso fare, dimmi il trucco

Per fortuna non ho utilizzato nessun trucco, semplicemente avendo una pagina verificata avevo la possibilità in anteprima di poter utilizzare questa funzione. Come avrai capito sono tra i pochi marketer in Italia ad avere una pagina verificata direttamente da Facebook.

Facebook live, ebbe anche alcuni problemi in origine prima del lancio ufficiale. Facebook, come puoi immaginare ha un pubblico maggiore rispetto alle altre piattaforme di live streaming. Rispetto a Meerkat o blab, Facebook ha la fortuna di essere già installata nella maggior parte dei nostri smartphone. Ti basta sapere che proprio Facebook ha circa 1 milione di utenti collegati ogni giorno.

Facebook Live è migliore rispetto alle alte piattaforme di live streaming per vari motivi.

Quando finisci il live, puoi decidere di postare il video sulla tua bacheca oppure di cancellarlo. Cosa che non poteva essere fatto per esempio su Periscope. Questo significa che potrai ottenere molta più visibilità, che non è per nessun motivo da sottovalutare.

Quando dico che Facebook si prende tutto, credimi. Infatti dal rilascio ufficiale di Facebook Live sempre meno persone usano Meerkat o Periscope. Semplicemente perché su Facebook ormai si ha tutto.

Te lo spiego come se lo spiegassi a mia nonna, Tu preferisci prendere il pane a 1 km da casa o vai direttamente sotto casa tua, dove ci sono tutte le persone che conosci? Sotto casa, è ovvio!

Ecco, è questo il motivo del successo di Facebook Live.

Come iniziare

Ora che hai capito il ruolo di Facebook Live e perché è cosi importante il tuo business, ti devi chiedere cosa fare per lanciare un video live.

Per tua fortuna è piuttosto semplice.

Per utilizzare Facebook Live, è necessario avere installato Facebook sul tuo smartphone.

Poi ti basta cliccare sulla casella come se volessi pubblicare un post o un’immagine. E da li scegliere l’icone LIVE.

facebook live

Quando farai click verrai portato in una nuova schermata i cui vedrai la fotocamera in background ed alcune opzioni. Come la possibilità di aggiungere una descrizione che ovviamente debba coinvolgere gli utenti a vedere il live.

facebook live

 

Inoltre potrai anche decidere se il video deve essere pubblico o privato. Se vuoi riprendere dalla fotocamera posteriore o anteriore nel caso vuoi apparire tu nel live video, semplicemente toccando l’icona in alto a destra. Potrai vedere sempre in tempo reale:

• Chi mette mi piace

• Chi commenta

• E chi entra per vedere i tuoi live video

Assicurati sempre di salutare i nuovi utenti che si uniscono con “CIAO + il nome di chi entra”, quindi se per esempio entro io in un tuo live video è corretto dire – Ciao Marco!

Ci sono tante tecniche avanzate per rendere migliori e di qualità i tuoi live video su Facebook. Ti consiglio di scaricare il Report in PDF, o ebook, chiamalo come vuoi ma scaricalo. Ti serve per imparare come usare al meglio Facebook Live.

Ma inoltre ti consiglio di PROVARLO! Può essere una esperienza nuova andare in diretta con il tuo pubblico, ma in realtà è divertente e avendoci preso la mano non potrai più farne a meno.

IL REALE SEGRETO DEL MARKETING STRATEGICO

IL REALE SEGRETO DEL MARKETING STRATEGICO Per Vendere I Tuoi Prodotti E Servizi Online…

È Racchiuso Nel Momento Esatto Che: 

✅ Sei Davanti Alle Persone Giuste A Cui Dire Il Tuo Messaggio

✅ Attiri La Loro Attenzione COME UN POTENTE MAGNETE

✅ Fai La Tua Offerta GFO HIGH TICKET Per Marginare Subito

✅ Hai Una “Macchina Automatica” Ad Alta Conversione Che Trasforma Lead In Clienti

✅ Continui A Farli Comprare Da Te

FACENDO ESPLODERE LE TUE VENDITE 🚀 E AUMENTARE SUBITO IL TUO ROI… 🔥

…Trovi Tutto Ciò Che Ti Serve Dentro…

La nostra Elite Gold!

Richiedi la tua 4STEP Call GRATUITA DI 45 minuti!!!

Ci vogliono meno di due minuti per schedulare la tua consulenza strategica GRATIS con me.

Voglio lavorare solo con gente volenterosa di agire sin da subito e vedere il tuo Business crescere sin dalla prima settimana da quando abbiamo fatto la nostra consulenza strategica.

Ti basta selezionare il primo giorno disponibile e scegliere un orario in cui si svolge la nostra chiamata gratuita.

…semplice, veloce, efficace!

ti aiuto da subito a capire come iniziare ad avere risultati con il tuo business

Lasciati aiutare e ricevi la soluzione migliore per te!

…lo completi in meno di 1 minuto..

Ore
Minuti
Secondi

Vorresti essere richiamato entro 28 secondi???

Cosi possiamo parlare direttamente al telefono e capire come posso aiutarti a far crescere il tuo Business…

La chiamata è 100% gratuita… offriamo noi! 😀

Bisogno di aiuto? Scrivimi!

WhatsApp

Messenger

Non andare via a mani vuote!!!

entra nella nostra incredibile community di Imprenditori Digitali assolutamente GRATIS!

…sei ad un solo passo dal poterti unire tra i migliori imprenditori in Italia di marketing digitale, dove ogni singolo potrai confrontarti con PERSONE che sono disposte ad aiutarti per farti raggiungere il tuo obiettivo e far crescere il tuo Business… Non perdere questa opportunità

Ore
Minuti
Secondi
uplevel marketing elite marco dasta

Richiedi ora la tua consulenza gratuita di 45 minuti

Condividi con i tuoi amici